Hai un Negozio, e vuoi organizzare un Temporary Store o un corner promo?

Come funziona

Ecco come funziona: i trasmettitori chiamati beacon emettono un segnale che tutti dispositivi mobile (smartphone e tablet) provvisti di tecnologia Bluetooth 4.0 sono in grado di ricevere. Il beacon è collegato poi a un’applicazione – realizzata da noi e ad hoc per scopi specifici di promozione e marketing, con relativo CMS e Database – che mette in comunicazione il beacon al dispositivo mobile, e quindi all’utente. Quando lo smartphone entra nel raggio di trasmissione del beacon (fino a un massimo di circa 70 metri di distanza), il Bluetooth riceve un segnale da quest’ultimo. Il sistema operativo del dispositivo mobile fa in modo che l’app interroghi il CMS sull’azione da intraprendere e sul contenuto da trasmettere; il contenuto (link, video, testo…) apparirà in automatico sul device della persona.

marketing

I vantaggi

I vantaggi di questo sistema stanno dunque nel fatto che l’utente interagisce con contenuti che sono generati nel momento in cui si trova nel raggio d’azione di un beacon e che i contenuti sono personalizzabili sull’utente stesso, grazie all’elevata possibilità di profilazione.
Il pubblico, presente durante il workshop, ha risposto con un certo interesse, nonostante fosse quasi per tutti la prima volta in cui sentivano parlare di questa nuova possibilità di marketing, basato sulla localizzazione dell’utente tramite BLE (Bluetoohth Low Energy) nei cosiddetti non luoghi.

CONCETTO

Il proximity marketing (o marketing di prossimità) è una tecnica di marketing che opera in un determinato territorio sfruttando tecnologie di comunicazione di tipo visuale e mobile come il bluetooth per promuovere la vendita di prodotti e servizi.
Questa tecnica di marketing non agisce su un target di utenti ben definito, ma sulle persone che si trovano in una determinata area e siano vicine a un dispositivo atto a instaurare una comunicazione. In pratica una versione moderna della distribuzione di volantini che possono diventare, interattivi tramite gli apparati di Proximity Marketing. La sua diffusione abbraccia diverse metodologie e modelli di applicazioni e tecnologie (Rfid, Nfc, audio di prossimità, motion capture, eye tracking).
Il proximity marketing coinvolge tecnologie quali i sistemi Digital Signage e Mobile Signage.
I sistemi di proximity marketing spaziano dagli evoluti che sfruttano l’interazione con il movimento delle persone in una determinata area, ai più semplici che attivano un messaggio audio al passaggio di una persona, fino ai più complessi che tramite telecamere, proiettori e/o moderni video interagiscono con l’utente con immagini e suoni divertendo e allo stesso tempo informando sulle offerte commerciali disponibili (molto usati in discoteche e pub).

Anche la tecnologia touch screen entra in gioco nel marketing di prossimità per interagire a più livelli con l’utente permettendo d’espandere le informazioni sui prodotti e servizi direttamente sugli scaffali e/o tramite totem informativi.

Vediamo però più nel dettaglio di cosa si tratta. In generale, si tratta di una forma di attività di marketing che punta a coinvolgere e catturare l’attenzione del passante o del visitatore nel momento in cui si trova a passare in un determinato luogo. Possiamo immaginare degli escamotage per catturare l’attenzione delle persone che si trovano a passare davanti al negozio, magari dall’altra parte della strada, o nella galleria del centro commerciale in cui ci si trova, o simili.

Banalmente, quindi, vediamo che l’allestimento della vetrina ha questa funzione, così come un’indicazione stradale, piuttosto che l’installazione di faretti luminosi che disegnano sul marciapiede il logo del negozio.

La tecnologia mette a disposizione del proximity marketing strumenti più interessanti.

Uno di questi sono le vetrine interattive: una tecnologia basata sulla retroproiezione che permette di trasformare il vetro della propria vetrina in un touch screen. Il passante vedrà un filmato proiettato e potrà interagire con esso, ad esempio sfogliando il catalogo dei prodotti o mostrando l’utilizzo di un sistema, o semplicemente permettendo all’utente di vedere ciò che più gli interessa.

Un totem dotato di un monitor touch screen posizionato all’interno del punto vendita oppure in una zona di passaggio vicino al negozio, può essere uno strumento di proximity marketing utilizzabile per coinvolgere e informare il potenziale cliente al suo passaggio e stimolare il suo desiderio di entrare nel negozio. Può essere anche un sistema coinvolgente per intrattenere la clientela mentre attende di essere servito.

Queste tecnologie possono essere estese anche ai tavoli in cristallo, ai monitor informativi, a tutti gli spazi dedicati al coinvolgimento, all’informazione e alla interazione non assistita con il cliente.

Un’altra area ancora inesplorata (dai più, noi ci stiamo già lavorando) è il bluetooth marketing. Si tratta di una forma di marketing di prossimità che utilizza la tecnologia bluetooth (quella dei cellulari tanto per capirci) per inviare messaggi ai clienti.

Il funzionamento è molto semplice: si installa un dispositivo trasmittente (di fatto un computer) che tramite un software particolare, permette di trovare i cellulari con il bluetooth attivo e inviargli una richiesta di “invio messaggio”. Gli utenti riceveranno sul loro cellulare questa richiesta e decideranno se accettare. Dopodichè il sistema invierà loro i contenuti che sono stati predisposti.

La portata di questi dispositivi è di circa 30-40 metri di raggio, quindi permettono di coprire un’area molto ampia. Hanno un costo contenuto, e permettono di inviare messaggi testuali, immagini statiche e animate, brevi filmati e suoni.

Se il vostro negozio è situato in una zona di passaggio o in luogo limitrofo a una zona di passaggio potete immaginare quanto può essere interessante questo sistema. Si può inviare un buono sconto utilizzabile solo in quel momento, si può inviare un contenuto omaggio (suonerie, immagini di sfondo…) si possono creare piccoli concorsi a premi e contemporaneamente informare della propria presenza e dei propri servizi le persone che in quel momento si trovano in prossimità del punto vendita.

Il segreto per creare campagne di questo genere è quello di studiare contenuti di reale interesse per le persone. E’ importante perchè il cellulare è uno strumento personale, che tutti amano usare, ma per cui i messaggi inutili vengono considerati una violazione della privacy. Sfruttare al massimo l’effetto sorpresa, l’originalità del sistema, può dare grandi soddisfazioni.

Il bluetooth marketing può essere anche utilizzato per rendere “parlanti” dei messaggi pubblicitari. Il dispositivo può essere integrato all’interno di un pannello pubblicitario, ad esempio, e inviare contenuti interattivi a chi si trova a passare nelle sue vicinanze.

TIPOLOGIE CONTENUTI DA TAGGARE

Tramite una Smart Station sarà possibile fornire una completa presentazione aziendale con contenuti di diverse tipologie:

preicone

Immagini:gallery fotografiche, poster, locandine, ogni file immagine che scegli di condividere.

Documenti PDF: presentazioni, brochure, inviti, ogni tipologia di documento a tua scelta.

Biglietto da visita: vcard digitale per essere sempre in tasca al tuo target.

File multimediali: audio, video, link web

Link web: collegamenti multimediali al tuo sito, pagine social, blog, ogni link che desideri condividere

Video: spot promozionali, video viral, video presentazione, presentazione prodotti, in ogni formato.

Iscrizioni: partecipazioni a webinar, newsletter, eventi vari. Chiedi ai tuoi utenti la partecipazione tramite un semplice tag

Azioni Social: mi piace sulla tua pagina Facebook, condivisioni di contenuti, link azioni sui social network a tua scelta

Tag in un luogo: chiedi agli utenti di fare check in al tuo evento. Rendi virale la loro partecipazione sui social network

Drink o Food Card: distribuisci food o drink card dell’evento in un tag

Contact Us

For any inquiries or information, please do not hesitate to contact us!